La collina dei conigli è un romanzo di Richard Adams.

Il romanzo racconta la storia di due conigli, Quintilio e Mascardo. Quintilio, giovane e minuto, ha una terribile visione: la conigliera di Sandlefor, nel quale loro vivevano, verrà distrutta.

Quintilio e Mascardo, non riuscendo a convincere il capo del gruppo, si incamminano insieme ad altri conigli per andare a rifiugiarsi nel luogo che secondo Quintilio era sicuro. Durante il viaggio, incontrarono Primula Gialla, un coniglio dai modi curiosi, che si unì alla banda.

Giunti alle sommità della collina di Watership, decidono di stabilirsi. Inoltre, si aggiunsero al gruppo altri due conigli: Pungitopo e Campanula.

Essi, dopo molte riflessioni, scoprirono di essere ancora in pericolo: nel loro gruppo non c’erano conigli femmine. Se non ne trovavano altre, rischiavano di estinguersi. Così, grazie all’aiuto di Kehaar, un gabbiano loro amico, trovano un’altra conigliera, la conigliera chiamata Efrafra.

Qui organizzano un’incursione in cui liberano 2 conigliette, ma ahimè non sono ancora abbastanza. Ci tornano un’altra volta, riuscendo ancora una volta a raggiungere l’obiettivo prestabilito. Ma non si sono accorti di una cosa: una truppa efrafrana li ha seguiti. La conigliera di Watership sembra essere distrutta ancora una volta, ma la forza di Parruccone e l’astuzia di Moscardo, riescono a scacciarli.

E’ un romanzo molto simile a “Il Signore degli Anelli” soltanto che al posto dei nani, elfi e mostriciattoli vari, ci sono dei dolcissimi e teneri conigli, ai quali è molto difficile non affezionarsi!