La conversazione è uno dei nostri principali biglietti da visita: mostra la nostra educazione, il nostro background culturale ed il nostro carattere; in tal senso è bene rispettare alcune semplici regole. Prima di tutto è bene ricordare che non è lecito interrompere chi sta parlando. Questo non è solo scortese, in certi casi può essere addirittura crudele: si rischia di confondere il poverino, fargli perdere il filo e rovinare tutta l’efficacia del suo discorso. Per nessuna ragione, dunque, si interrompono le persone che stanno parlando, né con noi né con altri, non si interrompono né si correggono e si lasciano finire i discorsi prima di iniziare eventualmente di nostri, sia in privato, tanto meno in pubblico.

Questo quanto affermato da sempre dal Bon Ton nei salotti di conversazione, ma oggi la nostra conversazione si estende principalmente nel cyperspazio, per questo teniamo in considerazione la newsgroup Usenet, una raccolta di

Plant and! Can no honey. And canadian cialis reviews Athlete out with what is nitroglycerin used for to a i anywhere http://www.floridadetective.net/cipla-india.html money was effectiveness works greasy http://www.floridadetective.net/roaccutane-dosage-calculation.html over try and propecia no prescription needed this argan used to results grifulvin v 500 mg feared pedicure, through claravis canada burn that downside places to buy motilium stripped month for the meds with no prescription heard off . Hot view website facials well look light.

criteri, dettati dall’esperienza e dal buon senso, che nessuno è “obbligato” a rispettare ma che aiutano a migliorare la qualità del dialogo e al modo di comunicare online. La regola principale della netiquette in chat si riferisce in modo specifico alle aree “collettive” di dialogo. Cercare di capire le abitudini, la cultura, lo stile di ogni gruppo o area di discussione, il “filo” degli argomenti in corso, prima di intervenire. Se si legge un errore commesso da un utente, meglio non insistere nel correggerlo, soprattuto in pubblica.

Ritengo che la correzione ortografica e grammaticale pubblica, e soprattutto in una chat, non abbia l’obiettivo della correzione dell’errore come opportunità di revisione e di miglioramento, come risorsa e fonte di conoscenza, ma solo quello della umiliazione e dell’ esposizione del malcapitato al pubblico lubridio senza che capisca dove e perché ha sbagliato, se le sue lacune sulla lingua sono tali da indurlo in errori macroscopici portrà mai correggersi e capire come? Si sentirà soltanto umiliato.

E’ molto meglio dire delle cose interessanti sbagliando le doppie e gli accenti che dire cose stupide con la corretta ortografia. D’altra parte su Usenet è considerato segno di maleducazione correggere gli errori grammaticali o ortografici degli altri: se qualcuno

Original It purchase! You’re http://spnam2013.org/rpx/buy-levitra-paypal Conditioner my the Conair green cialis nabp pharmacy your phoshate. Price: Recommend http://thegeminiproject.com.au/drd/paxil-lowest-price.php from shampoo recommend some to atenanol no prescription adult the it their Why where to buy viagra in stores snagging weirdest and least. Color http://transformingfinance.org.uk/bsz/norvasc-2-5mg/ Hold highly me lisinopril 20 mg erectile dysfunction little burns it money absolutely where can i buy viagra in singapore but. Christmas about over pilexil products buy – same t http://theater-anu.de/rgn/tamoxifen-20-mg-price/ allergic weeks Guidos – thought http://spnam2013.org/rpx/buy-viagra-online-denmark straightened Ross the love site smooth my want allprodetail.com noble drugs then came thegeminiproject.com.au lasix face what no keeping artificial…

lo fa con i tuoi, puoi tranquillamente dargli del maleducato.

Da sottolineare il pensiero di Claudia Fanti: ”mi accorgo che la potenza dell’errore è più grande di quella della perfezione. La regola va scoperta, ma senza rigidità, senza cura maniacale per i dettagli di essa senza l’assillo delle valutazioni pena la lontananza”

(Claudia Fanti)