Lo scandalo calcio scommesse ha ampio spazio su tutta la rete, ma oggi qui voglio sottolineare l’episodio dell’Eroe Buono.

Simone Farina, che è riuscito a tirarsi indietro, non cedendo alle somme di denaro che gli furono offerte. Egli venne contattato dall’ex calciatore Alessandro Zamperini, che gli offrì 200 mila euro, perchè manipolasse la partita di Coppa Italia tra la sua squadra e il Cesena. Farina si oppose e rifiutò l’offerta e denunciò l’accaduto. Perché tanta attenzione da parte di tutti, per un gesto che, in altri tempi, sarebbe stato considerato un normale gesto di onestà?  Stupisce che l’onestà diventi l’eccezione! Il 27 febbraio prossimo Cesare Prandelli convocherà Simone Farina in una partita della Nazionale. “La sua vicenda”, dice  Prandelli, “si inserisce nella lotta all’omertà simboleggiata dalla nostra visita a Rizziconi”, il paese in Calabria dove l’associazione “Libera” gestisce un impianto sportivo “sottratto” alla ndrangheta. “L’Italia ha bisogno di esempi”.

Questo è un periodo di crisi non solo economica, ma di valori ed eccoci qui felici nel leggere e premiare un gesto di semplice onestà.