Non ti voglio vicino è un romanzo di Barbara Garlaschelli.

Lena è una donna sposata, all’apparenza felice ma con una tristezza profonda dentro di lei. Nemmeno Lorenzo, con il suo affetto e con il suo amore, riesce a farle dimenticare ciò che l’affligge: a 9 anni è stata violentata.

Nemmeno con la nascita di sua figlia Prisca riesce a rimuovere gli eventi passati, in modo che la figlia provi un sentimento di rifiuto nei suoi confronti.

E’ ambientato nel 1939 ma tratta di argomenti attuali. Ha un linguaggio scorrevole, ben scritto e a tratti emozionante. E’ come se per tutto il libro fossimo stati al fianco di Lena e avessimo voluto scuoterla ma al tempo stesso abbracciarla. La storia di come un’infanzia rubata possa influire su così tante persone. Una trama intensa, che si intreccia con il tema della guerra, senza venirne calpestata. Da non perdere.