I genitori, spesso, nella loro azione educativa, sono costretti ad imporre limiti e proibizioni,  ma quando un divieto arriva dalla famiglia residente alla Casa Bianca,  fa notizia.

Barack Obama e sua moglie Michelle sono contrari a far navigare le due figlie sul social network di Mark Zuckerberg. Sasha, dieci anni, non ha ancora l’età per iscriversi a facebook, ma Malia ha già compiuto 13 anni e avrebbe tutti i requisiti per accedere. I regolamenti federali, infatti, impediscono ai siti web di raccogliere informazioni dagli utenti di età inferiore ai tredici anni. il Presidente, in un’intervista al settimanale popolare People, ha dichiarato “Perchè mai dovremmo far sapere i fatti nostri ad un intero gruppo di persone che non conosciamo? La cosa non ha molto senso”. Come molti altri genitori del mondo, anche Obama e la la moglie Michelle hanno espressamente vietato alle due figlie di aprirsi un account sul più famoso social network del mondo.

Marc Zuckerberg, il fondatore di Facebook,  non sarà certo entusiasta di questa dichiarazione,  perché la presa di posizione di Obama sembra dar voce alle preoccupazioni sempre più crescenti per la privacy violata da internet, e sembra schierare il presidente dalla parte di chi chiede più controlli e più limitazioni.

In casa Obama lo slogan sembra cambiato da “Yes we can” a “No they can’t”.