Samsung Galaxy S2 rappresenta, a oggi, il top di gamma per gli smartphone di casa Samsung e uno dei maggiori rappresentanti a livello hardware e firmware nel mondo Android, se prendiamo in considerazione anche la rosa delle altre marche. Però non potevano mancare anche dei prodotti la cui funzione è colmare la domanda di una fascia di mercato medio-alta con un dispositivo che abbia qualche caratteristica e un centinaio di euro in meno, per esempio come per la versione di Samsung Galaxy S è uscito il modello con schermo SLCD e non Super Amoled: ecco quindi il modello Z di Samsung Galaxy Insieme al modello, attualmente in pre-ordine in Svezia a 3995 Corone, prezzo convertito in Euro: circa 390.

Le caratteristiche tecniche attualmente sicure sono:

– Schermo con diagonale da 4.2 pollici (4.2 * 2.54 = 10.67 cm),

– tipo di schermo: Super Clear LCD (WVGA) Gorilla Glass,

– processore con frequenza di lavoro a 1GHz Dual Core,

– versione attualmente presente: Android 2.3 Pan di Zenzero,

– fotocamera con sensore a 5MP e flash led singolo che permette di registrare video in HD,

– versione del launcher: TouchWiz 4.0 per smartphone,

– memoria interna: 8GB con supporto per schede SD fino a 32 GB.

 

Vorrei ora presentare le cruciali differenze con il modello SGS 2 che attualmente ha un prezzo di meno di 100 Euro maggiore a questo (prezzo da negozi elettronici in rete):

– schermo da 4.3″,

– tipo di schermo: Super Amoled Plus,

– processore con frequenza di lavoro a 1.2 GHz Dual Core,

– versione presente nativamente: Android 2.3.3 Pan di Zenzero,

– fotocamera con sensore a 8MP e flash in grado di girare video in Full HD,

– versione del launcher: TouchWiz 4.0 per smartphone,

– memoria interna: 16 GB con supporto per schede SD fino a 32 GB.

 

Io faccio sempre dei paragoni, credo che in questo caso valga la pena spendere qualcosa in più per il top della gamma. Per entrambi, dico per supposizione e paragonandoli al supporto ricevuto da altri modelli simili, sono assicurati almeno un anno e dieci mesi di supporto dagli sviluppatori per ulteriori ROM e modifiche al kernel.

Una breve riflessione finale: a oggi non conviene prendere dispositivi mono core, vedo modelli come Desire Z e Samsung Galaxy S venduti sopra i 500 Euro in catene di distribuzione… i dual core anche se sono arrivati velocemente rivoluzionando il mercato possono contare su una marcia in più e, perché no, di un prezzo quasi alla pari se non minore.

Fonte: CellularMagazine.it