La seduzione è un gioco sottile da non usare mai con eccesso. Pur se nella donna la capacità di sedurre è istintiva,  bisogna imparare ad essere essere esperte del gioco. Per diventare specialiste in seduzione maschile si deve imparare  il linguaggio del corpo facendolo muovere con movimenti lenti e sinuosi, evitando giochetti ridicoli e volgari. Le gambe sono un vero e proprio strumento di fascino da valorizzare e non
sottovalutare ed accavallare le gambe è il gesto più femminile e seducente per
eccellenza. Oggetto di migliaia di scene da film, chi non ricorda Sharon Stone nell’attimo in cui con sensualità si siede in Basic Instinct, e che, con un gioco di vedo e non vedo e un’alta carica di sensualità, ha fatto sognare generazioni di uomini ed è stata esempio per molte donne. Accavallare le gambe in maniera corretta può diventare un’arma di seduzione molto efficace, ma è necessario sapere come fare senza rischiare di sembrare goffa. Sia il movimento di incrociarle, sia quello di cambiare posizione, sarà di sicuro effetto sull’attenzione maschile se il tutto sarà accompagnato da un sorriso accennato e uno sguardo deciso. Il momento in cui le gambe si incrociano è fondamentale: l’avvicinamento di una gamba all’altra  deve essere delicato e lento. Il muscolo della coscia deve essere visibilmente tirato, la caviglia della gamba che poggia sopra deve essere ben tesa in modo da far sembrare più lungo il polpaccio,  puntando le ginocchia proprio nella direzione dell’uomo che interessa, stiamo comunicando che lui ci piace davvero.  Sfiorarsi la coscia distrattamente può essere un dettaglio ancora più sexy.