Tutti gli articoli di AnyWay

[Android] Mass Effect Infiltrator arriva sul Play Store

L’attesa è stata un po’ più lunga del previsto, visto l’arrivo anticipato del gioco su piattaforma iOS, ma finalmente Mass Effect Infiltrator è arrivato anche sul Google Play Store. Il “nuovo” gioco di EA si inserisce in uno degli universi fantascientifici meglio realizzati del mondo dei videogiochi e, a differenza dei tre capitoli che hanno caratterizzato la storia, non controlleremo il comandate Shepard ma bensì un veterano di Cerberus.

[Android] Toggle wi-fi, bluetooth, … direttamente nella barra delle notifiche!

Una delle noie più comuni su Android, per chi non possiede un telefono Samsung, è la mancanza di poter attivare/disattivare in maniera rapida e veloce delle funzionalità, magari per il risparmio energetico, direttamente dalla barra delle notifiche.

Notification Toggle cerca di porre rimedio a questa lacuna.
L’app ci permette di mettere nella barra i toggle che desideriamo (GPS, Wi-fi, Bluetooth, …), il tutto per una veloce e comoda attivazione/disattivazione, senza il bisogno dei permessi di root.

L’app è gratuita e si trova nel Play Store!

[Android] S-Voice disponibile l’apk direttamente dal Galaxy S3

Arriva un altro programma direttamente dal Samsung Galaxy S3 che ha visto recentemente la pubblicazione di una ROM su Samfirmware e che quindi può essere manipolato in maniera piuttosto semplice dagli sviluppatori. Il tanto chiaccherato S-Voice è adesso installabile su moltissimi dispositivi anche se dobbiamo fare alcune premesse.

S-Voice funziona su tutti i telefoni?

  • E’ ottimizzato per schermi HD ma si installa anche su S2 o altri
  • Su i device Samsung è necessario usare Root Explorer o altri con permessi di root e sostituire l’apk a quello vocale di sistema. Questo perche i Samsung hanno già la funziona vocale e quindi l’app esiste e per farla funzionare va sostituita
  • Per i device non Touch Wiz è sufficiente installare l’apk e dovrebbe funzionare piuttosto bene
  • I server Italiani non sono ancora ufficialmente aperti e quindi i risultati potrebbero non essere il massimo
Detto questo buon download e fateci sapere se riuscite ad utilizzarla

Thanks to rasty++

Fonte: hdblog.it

[Dropbox] 1gb in più gratis, Dropquest 2012

Dropbox, il famoso servizio di storage e sincronizzazione online di cui abbiamo parlato tempo fa (qui), dopo il raddoppio dello spazio regalato per ogni persona portata tramite referrer (ti dà 500mb di spazio in più per ogni persona che fai registrare e a cui fai installare l’applicazione), regala 1gb di spazio a chi riesce a risolvere una serie di indovinelli!

Tutte le informazioni sul blog ufficiale di Dropbox: http://blog.dropbox.com/?p=1194
In rete circolano già le soluzioni!

[Gioco Android] Mini Motor Racing

Giusto pochi giorni fa vi avevamo annunciato l’arrivo su Android di un titolo che avrebbe sfidato, grazie alla sua grafica e alle sue caratteristiche di rilievo, piccoli “colossi” del settore racing game, quali Reckless Racing o Death Rally. Ed ecco che a distanza di qualche giorno Mini Motor Racing arriva sul Play Store!

Lascio alla vostra fervida immaginazione immaginare di cosa si tratti, nel caso in cui non lo conosciate… 😛

The Darkness II di TransGaming, Inc. arriva nel Mac App Store per Mac

 

Titolo disponibile solo piattaforma Apple. nel Mac Apple Store, evidentemente per l’enorme peso di 9.20 GB per 12 GB che devono essere liberi e requisiti hardware non da poco che poi andremo a vedere, The Darkness II è il proseguo del primo titolo di The Darkness di cui ne riprende la trama: dopo due anni infatti il potere della Tenebra utilizzato da Jackye vuole riemergere in una nuova veste e più forte.

 

 

Sparatutto in prima persona, grafica mozzafiato e una *trama sottile quanto sensata e piacevole completamente in italiano, credo che siano queste le caratteristiche che un gamers si aspetta di trovare e così effettivamente è. Riguardo l’aspetto sparatutto non dimenticatevi di essere un demone e solo nelle zone d’ombra che potete creare strategicamente (vedi esempio sotto) poter sparare con due mani mentre con le vostre altre braccia potete afferrare i nemici, scaraventarli contro oggetti e ferirli o prendere oggetti e scagliarli verso di loro il tutto con un realismo che deve aver impiegato mesi ad essere progettato oppure evoca uno sciame di insetti oscuri per colpire o creare una scena diversiva.

* La trama del gioco e del film è stata scritta dallo sceneggiatore di fumetti Paul Jenkins: autore tra l’altro di Hellblazer, L’Incredibile Hulk e Wolverine.

 

 

 

Paul Jenkins non ha curato solo l’aspetto storia ma anche la parte grafica del gioco: possiamo dare per scontato o guardare con attenzione tutte le fotografie per cogliere che lo stile, le sfumatore e genere di colori sono tutte da fumetto.

 

 

Andiamo a vedere i requisiti hardware e software minimi e quelli richiesti per un gioco che si e vi esalti al massimo, prendo spunto da un commento per una breve nota sul modello di iMac da 27″: questo gioco come quasi tutti gli altri non si aprirà in modalità full screen per tutta la larghezza di base del display.

 

 

REQUISITI MINIMI:
SO: OS X 10.6.8 o versione successiva
Processore: Intel Core 2 Duo
Memoria: 2GB di RAM
Disco Rigido: 8 GB liberi
Memoria Video: 256 MB
Scheda Video: AMD HD2600 / Nvidia GeForce 9600GT

 

REQUISITI RACCOMANDATI:
SO: OS X 10.7.3 o versione successiva
Processore: Intel Core i Serie
Memoria: 4GB di RAM
Disco Rigido: 12 GB liberi
Memoria Video: più di 512 MB
Scheda Video: AMD HD4870 (512 MB VRAM)

 

 

Prezzo del gioco: 23.99 Euro.

 

 

Vediamo che fra tutte le richieste andando a tirare le somme: è richiesto Mac OSX Lion ma gira bene anche su Mac OSX Snow Leopard, ok per i processori rigorosamente Intel dal modello Core 2 Duo fino a i7 passando per i3 e i5, si va da un minimo di 2 GB di RAM richiesti a un massimo di quattro per una scheda video di minimo 256 MB e massimo più di 512.

 

 

Tornare bambini su Android: le serie animate degli anni ’80 nel Play Store


Da uno sviluppatore sicuramente Italiano e decisamente originale, arrivano una serie di applicazioni, che in realtà sono degli indici di contenuti, che raccolgono moltissime delle serie animate che hanno contraddistinto gli anni ’70, ’80 e ’90. Le app pubblicate sono diverse e ognuna raccoglie un’elenco con tutte le puntate relative ad un determinato cartone animato. La visualizzazione dei video avviene direttamente su youtube e di fatto le app sono semplici link che puntano a video sul web ma l’organizzazione cosi precisa è indubbiamente comodissima.

Tra i cartoni più famosi:

Un’idea davvero ottima che fortunatamente è offerta gratuitamente e che raccoglie tutte le puntate delle serie in modo davvero comodo. Per tornare giovani, per intrattenere i bambini in auto o per tuffarsi nel passato, tutte le app sono consigliate!

Thanks to rasty++

Photo Pin: il motore di ricerca delle immagini utilizzabili sul tuo sito/blog

Ogni Webmaster sa che trovar immagini da poter utilizzare liberamente sul proprio sito o blog non è affatto semplice, a causa del copyright che spesso è applicato alle stesse.

Questo comporta, in maniera inevitabile perdita di tempo.

Ecco subito un esempio di immagine prelevata da Photo Pin!

Photo Pin viene incontri proprio ai webmaster, ma anche alle comuni persone, che stanno cercando immagini da poter utilizzare liberamente (ad essere più precisi, rilasciate sotto licenza Creative Commons), offrendo loro un motore di ricerca di immagini che attinge da diversi siti, tra cui Flickr.

Naturalmente una volta trovata l’immagine, è possibile previsualizzarla e scaricarla per riutilizzarla liberamente (al solito, nel rispetto della licenza Creative Commons).

A questo punto non possiamo che augurarvi buona ricerca!

Super Glass: il vetro sviluppato da MIT

CellularMagazine.it

Il MIT ha ideato un vetro per smartphone resistente a graffi, sporcizia, anti riflesso, ed anche anti annebiamento.

Super Glass

Il famoso MIT (Massachussetts Institute of Technology) ha ideato e creato un nuovo vetro denominato superglass che è ideale per gli smartphone di nuova generazione, infatti questo vetro possiede peculiarità uniche che gli permettono di resistere a polvere, graffi ed anche ai fastidiosi aloni, questo grazie ad una nuova tecnologia Nanotexture.

Questa tecnologia Nanotexture sviluppata al MIT  e denominata dagli stessi ideatori “Multifunctional” è davvero rivoluzionaria e permette al comune vetro di avere caratteristiche uniche come potete vedere nel video postato a fine articolo, in questo infatti si nota come delle gocce di acqua comune letteralmente rimbalzino sopra questo nuovo vetro come se fossero delle biglie facendo capire come questa tecnologia sia valida ed efficace.

Purtroppo l’unica nota negativa di questa tecnologia è il suo costo che per adesso è inaccessibile per poterlo promuovere e creare su larga scala con i ritmi di produzione degli smartphone attuali, sono sicuro però che case produttrici come Apple e Samsung le quali hanno investito molto nella tecnologia dei loro schermo vedi la tecnologia Retina o Samoled, prenderanno in considerazione questo nuovo vetro che riuscirà a dare un elemento di prestigio in più.

 

Tratto da: CellularMagazine.it

iPhone 5: gli ultimi Rumors della rete

Ecco le ultime novità che riguardano il nuovo iPhone 5, molti sono i rumors che circolano in rete riguardanti il dispositivo vediamo insieme quali sono i più attendibili.

Come sempre in rete piovono news che spiegano quali potrebbero essere le caratteristiche del nuovo dispositivo Apple iPhone 5, e tra queste ci sono alcune che hanno fondamenta logiche ed altre che sono improbabili.

Tra quelle esteticamente più attendibili troviamo la possibilità che Apple “allarghi” i pollici del nuovo device e quindi da uno schermo da 3.5 pollici si passi ad uno da 4 pollici con proporzioni che però potrebbero variare, come infatti potete vedere nel mockup di Dan Provost qui sopra da un rapporto attuale di di 4:3 del iPhone 4s si potrebbe passare con 4 pollici a rapporti diversi, ma ciò comporterebbe per gli sviluppatori una serie di modifiche alle app e quindi una compatibilità mancante senza contare poi che Apple difficilmente tocca le proporzioni dei dispositivi in quanto questo varierebbe ciò che per Apple è una costante di design”Zen” che Steve Jobs ha sempre voluto tener ben precisa.

Quindi in realtà possiamo dedurre che Apple probabilmente cambierà le dimensioni ma non possiamo sapere che rapporto avrà lo schermo.

Un’altra caratteristica estetica che quasi sicuramente cambierà sarà il case, il retro di iPhone 5 infatti sarà fatto di diverso materiale rispetto a quello di iPhone 4 e iPhone 4s, il nuovo materiale sarà il Liquid Metal , materiale che è stato usato fino ad ora da Apple solo per  creare le chiavi togli SIM e di cui Apple è proprietaria del brevetto, sembra infatti che questa nuova lega abbia molte peculiarità tra cui la resistenza.

Il case secondo alcune indiscrezioni sarà unibody, e completamente ridisegnato, anche se però questa scelta a mio parere mi sembra abbastanza improbabile perché se Apple avrà intenzione di aumentare le caratteristiche Hardware del dispositivo come ha fatto per il nuovo iPad questo dovrà comportare una revisione anche del resto compresa la durata della batteria, e quindi in realtà un inspessimento del dispositivo, ragione per cui il corpo unico mi sembrerebbe scomodo da applicare.

Per quanto riguarda l’uscita del dispositivo invece possiamo attestarci più probabilmente ad ottobre di quest’anno anche se alcune voci provenienti dagli stabilimenti Foxconn dichiarano che iPhone 5 dovrebbe vedere la sua uscita già in giugno.

Insomma come potete capire come sempre Apple tiene lo stretto riserbo sulle sue creazioni, non ci resta che aspettare e vedere se questa volta Apple riuscirà a meravigliare ed a tenere alto il suo nome e la sua fama.