Tempo fa in questa notizia vi avevo parlato di questo negozio virtuale di applicazioni per il browser Chrome di Google che permette per ogni sistema operativo che abbia istallato il suddetto software di accedere e scaricare gratuitamente tutte le applicazioni che questo presenta. Oggi guardando la schermata iniziale ho trovato Angry Birds in prima pagina nella vetrina delle suggerite, scaricata e provata: super! Così anche tutti coloro che fino a oggi ne hanno solo sentito parlare possono provarlo sul loro pc/Mac anche datato, in modo gratuito, con la sola restrizione che serve essere connessi a una rete internet 3G o WiFi e avere istallato il browser Chrome di Google. Non mi sembra niente di troppo vincolante non trovate anche voi?

Ecco il link diretto alla pagina del gioco:

Angry Birds sul Chrome Web Store

una volta scaricato, data la velocità di connessione media massimo servono 30 secondi, non vi rimane che giocare dallo schermo con il mouse oppure con qualsiasi altro dispositivo di gioco collegato e riconosciuto dal vostro sistema operativo: mi viene in mente un joystick della Play Station piuttosto che della XBox collegati via USB o Bluetooth al vostro portatile. Quì si apre un ventaglio talmente grande di possibilità che non posso riuscire a immaginarle tutte.

La versione del gioco è la prima, quindi non Rio piuttosto che le altre successive che a tempo debito e secondo la disponibilità dell’azienda proprietaria del gioco arriveranno anche quì. Non possiamo pretendere molto di più dato che è completamente gratuito e senza banner pubblicitari .. appena aperta e durante tutte le fasi di gioco è possibile scegliere il livello di definizione del gioco se il vostro hardware e monitor lo permette.

Mi vengono in mente due aspetti positivi principali:

– sicuramente l’hardware di un pc è più potente di uno per smartphone e non ci saranno problemi di fluidità, inceppamenti, lentezza e crash quindi la velocità di gioco è pressochè assicurata.

– Gli utenti Mac e iOS in generale possono avere qualcosa di gratis senza dover pagare qualsiasi applicazione al contrario di Android dove 3/4 delle applicazioni vengono proposte massimo con dei banner pubblicitari ma funzionano anche senza.

Fonte: CellularMagazine.it