La Chat è un “mondo alternativo”.
Non c’è una spiegazione univoca per capire cosa una persona cerchi in chat.
La chat può essere considerata una moderna agenzia di socializzazione che permette a chiunque possegga un PC ed un collegamento in rete di entrare in contatto con altri individui e instaurare relazioni.

La chat è uno strumento formidabile e rivoluzionario, perchè cancella le distanze e permette a chiunque di comunicare, senza preclusioni di razza, caste, nazioni o altro. Il tutto  totalmente gratuito. Con gli anni è divenuto un naturale luogo d’incontro, una vera e propria piazza allargata nei confini dove ci si incontra, conosce, ride, scherza.

Ma chi è il “chatter”? E’ cosa assai ardua tracciare un profilo “tipo” di chi frequenta la chat.

Ecco i gruppi più presenti in tutte le chat:

– I  Single abbandonati : convinti di aver dimenticato il proprio ex e pronti a rifarsi una vita. Ti  raccontano per filo e per segno il motivo della loro rottura, concludendo, dopo circa 15 righe in cui scrivono solo loro, ” Non voglio vederlo mai più quel bastardo! ”.

– I Fidanzati: che sono online solo per fare 4 chiacchiere e sono fidanzati. Quelli che “comunque con il mio ragazzo va tutto bene”. E dopo 5 minuti ti dicono che stanno quasi per lasciarlo, ma alla fine non lo lasceranno mai. Per loro sei solo un’amica… ” ma se vuoi possiamo incontrarci uno di questi giorni (solo per un caffè)… ah, se solo di avessi incontrato prima!”.

– I Seduttori: che dicono di non cercare sesso, concordando sul fatto che non ci siano più le chat di una volta, i valori di un tempo e che il sesso sia sopravvalutato. Per poi dopo dieci righe, chiederti cosa indossi e che taglia porti. ” Ma così, giusto per sapere… sai com’è… eheheh”. E alla prima occasione, lanciarti il doppio senso come ” Sono stanco, quasi quasi vado a letto…, e non mi fai un po’ di compagnia? ”

– I Top Model super sexy: che hanno un’alta stima di se stessi e alla domanda ”come sei?” ti rispondono ” Sono sicuramente un bel tipo”. Quelli che al loro passaggio, la gente per strada si gira e  spalanca le mascelle. Insomma, sono i più fighi del pianeta. Sempre secondo loro, perchè alla prima foto che ti mandano spalanchi le mascelle per la delusione.

– I Disperati: quelli a cui nemmeno hai detto il tuo nome e già si lanciano in una serie di promesse a sfondo sessuale, che si dipingono come i toroni da monta, ma  sono in bianco da un lustro circa.

– I Tranquilli:  che hanno la bontà di un telefono amico, ma  dovrebbero essere in seduta da qualche bravo psicologo. Che ti chiedono se ti vanno 4 chiacchiere tranquille e dopo 5 minuti stai cercando di rispondere al loro quesito: “se sono sposato e vado a letto con l’amante di mia moglie, credi sia il caso che divorzi?”

– I ” Sono qui per caso”: quelli che sono in chat per caso ma odiano  le chat e perdere tempo al pc. E nemmeno dopo un minuto dal loro ingresso, mezzo canale li saluta e tutti li conoscono da anni.

– I Bugiardi:  che odiano chi va a letto solo per sesso. Ti trovano simpatico. Ti trovano carino. Quelli con cui parli per circa 5 ore, fino alle 4 di notte. Quelli per cui corri a casa  per arrivare prima e collegarti alla chat, ma dopo poco tempo ti dicono che ” non sono pronti per una storia”.

Questi i chatters tipo della comunità virtuale, “ambiente protetto” dove poter dare sfogo alle proprie emozioni e ai propri sentimenti senza la paura di esser giudicati nel modo di porsi oppure di sentirsi “osservati” nell’agire.