Fatta la legge trovata la truffa. A Napoli, ma presto si diffonderà in tutta Italia, c’è chi ha già messo in circolazione la busta finto-biodegradabile, simile a quella realizzata con i derivati del mais o di altri prodotti naturali, ma non altrettanto innocua per l’ambiente. I commercianti cinesi ne stanno facendo incetta: costano, infatti, molto meno di quelle che rispondono alle norme italiane ed europee.
Sono buste che portano la scritta “riciclabile” come prevede la norma, ma, ovviamente, non lo sono, infatti sono fuori norma. Cionostante sono molto diffuse perché costano molto di meno di quelle previste dalla norma: settecento pezzi a norma hanno un prezzo di 12 euro, lo stesso numero di pezzi “fasulli”   8 euro.
Tra le bancarelle e i negozietti dei mercati queste buste truffa sono molto diffuse. Ma questa, putroppo, è una truffa all’ambiente che deve essere immediatamente bloccata.